CONVALIDATI I FERMI DEI TRE AGGRESSORI DI VIA CIPITI’

Restano in carcere i tre giovani adraniti ritenuti gli autori dell’ignobile aggressione dell’80enne, Vincenzo Bulla, ridotto in fin di vita a martellate nel corso della rapina in via Cipitì dello scorso 10 dicembre. Nell’udienza che si è svolta questa mattina a Catania, il Gip ha convalidato i fermi di Andrea Giangreco, di 22 anni e dei fratelli Vito Aidala, di 26, e Damian Aidala, di 24. I tre giovani vennero arrestati venerdi scorso dalla polizia di Adrano con l’accusa di rapina aggravata in concorso, tentato omicidio e danneggiamento. Il giudice per le indagini preliminari ha ritenuto sussistenti i gravi indizi di colpevolezza, il rischio di fuga e la reiterazione del reato, pertanto ha disposto la custodia cautelare in carcere dei tre. Oggi davanti al Gip i tre indagati, difesi dall’avvocato Turi Liotta, non hanno aperto bocca sulle pesanti contestazioni a loro carico e quindi si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

via cipitì

 

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su

Commenti su Facebook

Clicca per connetterti e nascondere per sempre questa finestra!