LA PROPOSTA GD: NIENTE TASSE A CHI DENUNCIA IL PIZZO

Niente tasse comunali per 5 anni per l’imprenditore che denuncia casi di estorsione e un regolamento sull’utilizzo dei beni confiscati. Queste le proposte dei Giovani democratici di Adrano illustrate nel corso dell’incontro svoltosi questa mattina a palazzo Bianchi di Adrano, al quale hanno partecipato il sindaco Pippo Ferrante, il segretario dei Giovani democratici, Marco Caruso, il consigliere comunale Adele Trovato, il presidente della Confcommercio di Adrano, Letizia Strano, l’attivista Alfio Platania, e Orazio Arena della Federazione Italiana Antiracket e Antiusura Cidec di Catania. Sono state presentate le proposte di regolamento dei Giovani democratici sugli sgravi fiscali per chi denuncia il pizzo e quello per determinare i criteri per l’affidamento dei beni confiscati, quest’ultimo elaborato da Platania. La Confcommercio si è detta disponibile a svolgere le funzioni di supporto per gli imprenditori che intendono aderire. Plaude all’iniziativa anche il sindaco Ferrante, il quale durante l’incontro ha ricordato che ad Adrano sono già operativi due beni confiscati alla criminalità, quelli di contrada Naviccia affidati all’Ens e alla Misericordia.

no pizzo

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su

Commenti su Facebook