SCOPERTO ARSENALE. IN MANETTE TRE BIANCAVILLESI

Tre persone arrestate e un arsenale (anche armi da guerra) sequestrato, è questo il bilancio di una operazione condotta da agenti della Squadra Mobile di Catania e del Commissariato di Polizia di Adrano. In manette sono finiti Alfio Cardillo, di 71 anni, il figlio Vincenzo, di 38 e Gaetano Musumeci, di 27, tutti di BIancavilla, accusati a vario titolo, di detenzione e porto illegale di armi da fuoco comuni e da guerra clandestine, relativo munizionamento e ricettazione delle medesime. Nel corso della perquisizione domiciliare eseguita presso l’abitazione di Alfio CARDILLO sono state rinvenuti e sequestrati: un fucile mitragliatore marca AK47 (kalashnikov) privo di segni identificativi calibro 7.62 x 39 con relativo caricatore con all’interno 29 cartucce e una in camera per un totale di 30 cartucce marca FMJ, avvolto in un cellophane; un mitragliatore marca Sten calibro 9 x 19 con relativo serbatoio contenente 23 cartucce blindate marca Fiocchi, custodito all’interno di uno zainetto in tessuto di colore nero e giallo; una mitraglietta Skorpion calibro 7.65 x 17.5 con matricola abrasa, con relativo serbatoio contenente all’interno 18 cartucce marca Fiocchi e una pistola semiautomatica calibro 9 corto, completa di serbatoio con all’interno 7 cartucce blindate marca S&B con relativa fondina in cuoio. Vincenzo CARDILLO giunto sul posto durante la perquisizione, non essendosi reso conto della presenza degli agenti, è stato trovato in possesso di una pistola semiautomatica con colpo in canna e relativo caricatore contenente 6 cartucce.
Nel corso di altra perquisizione, eseguita presso l’abitazione di MUSUMECI è stata rinvenuta e sequestrata una pistola semiautomatica. Perquisizioni sono state effettuate anche ad Adrano. Proseguono le indagini della polizia.arsenale-armi-da-guerra-sequestrato-a-cardillo

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su

Commenti su Facebook