BOCCONI AVVELENATI. ALLARME AD ALTA QUOTA SULL’ETNA

Tre animali morti avvelenati sull’Etna hanno fatto scattare l’allarme nella zona dei rifugi Galvarina e Monte Scavo, tra i territori di Adrano. Bronte e Biancavilla. Due cani e una volpe, vittime di bocconi avvelenati nel giro di due settimane, a confermarlo gli esami tossicologici. La sostanza che ha causato la morte, il Methomyl, una sostanza attiva su cui si basano diversi insetticidi reperibile con estrema facilità. Dunque, è scattato l’allarme e la Forestale con atti ufficiali ha già messo a conoscenza i comuni di Adrano, Biancavilla e Bronte. L’obiettivo è quello di bonificare la zona dalle esche killer, così come conferma anche il comando dei vigili urbani di Adrano: ”Oggi abbiamo preso atto della nota e insieme alla forestale ci attiveremo quanto prima per rimuovere le esche”. Intanto, è nato un comitato di volontari per mettere in sicurezza la zona.

boschi etna

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su

Commenti su Facebook