ADRANO. PREMI AGLI ALUNNI “IN POSITIVO”

E’ approdata oggi ad Adrano una delle iniziative più significative volte a valorizzare gli studenti che si sono distinti non solo per il profitto scolastico ma anche per i comportamenti in cui si risaltano valori positivi, non a caso i riconoscimenti sono stati assegnati nell’ambito del Premio regionale siciliano denominato appunto “ Il Positivo – Valori in movimento”. L’evento ha avuto come scenario il teatro Bellini di Adrano, ed era presente oggi ad Adrano l’ideatore del premio, il preside Giuseppe Adernò, il cui progetto è stato accolto con entusiasmo dall’assessore alla P. I., Chiara Longo che ha curato la manifestazione. Ma ecco i premiati delle varie scuole e gli altri riconoscimenti, il tutto con le esibizioni musicali della Schola Cantorum e dell’orchestra del 1° istituto comprensivo “Guzzardi”, a presentare l’evento con professionalità Francesca Politi. La carrellata dei premi è stata aperta con il momento più tenero: il premio al piccolo Massimo Iu, un bimbo cinese di 8 anni che frequenta il 1° circolo didattico “Sante Giuffrida”, esempio di grande integrazione. E a seguire le storie di tutti gli altri alunni che nelle loro scuole si distinguono per il sostegno che offrono ai compagni in difficoltà: premi a Sofia Musarra del secondo circolo e a Paolo Amoroso del terzo”, ad Andrea Panebianco del liceo Verga. E ancora un’altra storia fatta di amicizia e di solidarietà, come quella della IV A dell’indirizzo Amministrazione, Finanza Marketing del Branchina, in particolare segnalati gli studenti Nicolò Bivona, Laura Cottone, Maria Chiara Furnari, Claudio Leocata ed Egle Lombardo “per la sensibilità, l’affetto, la disponibilità dimostrati nell’accoglienza e nell’inserimento di Marco nel gruppo-classe”. Premi per profitto e comportamento per il 2° istituto comprensivo ad Angelo La Spina e Rachele Iozzia. Un premio anche per Nicolò Schilirò dell’istituto paritario S. Antonio, talento del tennis nazionale. Il 1° istituto comprensivo Guzzardi premiato per la Schola cantorum e l’orchestra, a testimonianza di come una scuola si può distinguere anche per l’amore per la musica, sul palco d’obbligo anche la presenza della prof. Enza Bonomo, prima direttrice della Schola cantorum. Premi anche alla scultrice Adriana Tomasello, al preside Adernò, a Vincenzo Lorefice, presidente provinciale Unicef e alla prof.ssa Angela Laudani.il positivo

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su

Commenti su Facebook