I SOLDI BLOCCATI PER DEPURATORI E FOGNATURE. RENZI COMMISSARIA LA SICILIA

Torna in primo piano la vicenda delle ingenti somme non ancora spese in Sicilia per adeguare i depuratori e il sistema fognario. E questa volta è direttamente il premier Renzi a sollevare la questione annunciando di inviare i commissario nell’isola per tentare di sbloccate la situazione di stallo. “Ieri ho fatto una riunione sugli impianti di depurazione per la Sicilia – afferma in una nota Renzi – c’è più di un miliardo di euro tecnicamente fermo ed è ingiusto e inaccettabile. Il commissariamento è l’unica strada e ho chiesto di procedere rapidamente senza guardare in faccia nessuno”. Come si ricorderà, una delibera del Cipe del febbraio 2012 aveva stanziato 1,6 miliardi di euro per 183 opere urgentissime in reti fognarie e depuratori nel Sud Italia. Di questi, 1,1 miliardi assegnati alla Sicilia per 93 opere. “Si tratta di fondi – aggiunge Erasmo D’Angelis, capo della struttura di missione contro il dissesto idrogeologico- fuori da ogni patto di stabilità ma mai spesi, se non per una quota minima di circa 24 milioni”. È questa la ragione per cui, dopo una riunione a Palazzo Chigi, si è deciso di inviare entro fine mese un commissario di governo per la gestione dei fondi e l’avvio delle opere.

depuratore-generico-410x307

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su

Commenti su Facebook