ADRANO, APPROVATO IL BILANCIO DI PREVISIONE 2014.

Alla fine il bilancio di previsione 2014, la relazione previsionale e programmatica 2014/2016 e il bilancio pluriennale 2014/16  è stato  approvato. Questa la notizia principale del consiglio comunale di oggi, iniziato alle 10 di questa mattina, dopo un’ora di ritardo per mancanza di numero legale, e conclusosi nel tardo pomeriggio. Il bilancio di previsione, a questo punto per certi versi anche consuntivo, riceve un doppio ok: il primo da parte dei revisori dei conti che ha dato il via libera al nuovo schema di bilancio della giunta comunale; il secondo, quello più importante, del consiglio comunale. 16 i voti favorevoli, quelli della maggioranza che sostiene il sindaco Pippo Ferrante, 5 i voti contrari, nessun astenuto. I consiglieri Ricca e Leocata, nella dichiarazione di voto, invece, hanno preferito abbandonare l’aula durante la votazione. Un consiglio comunale teso quello di oggi, si è partiti con le interrogazioni e la prima a prendere la parola è stata il consigliere Leocata che ha focalizzato l’attenzione sulle multe che adraniti e brontesi, ma mai biancavillesi a suo dire,  pagano al comune di Biancavilla per gli autovelox stazionati sulla 284 in territorio biancavillese. A questa interrogazione ha risposto il sindaco Ferrante, dicendo di aver già posto la questione al primo cittadino di Biancavilla Pippo Glorioso.  Altra interrogazione, la questione sui gettoni di presenza delle commissioni  consiliari e anche in questo caso non sono mancate le polemiche. il primo a prendere la parola il consigliere di opposizione Carmelo Pellegriti, seguito da Giovanni Ricca ed Enzo Maccarrone. Poi, altri interventi vari prima di passare alla trattazione del bilancio. Detto che i revisori dei conti hanno data parere favorevole è stato necessario, però, votare un emendamento imposto dai revisori dei conti, una rettifica su un credito che il comune avanza dall’Ato. Credito che  dai 650 mila euro previsti inizialmente dall’Ente è stato decurtato, però,  di 194 mila euro circa, soldi che il comune recupererà, però, da tagli di alcune spese. Emendamento votato con 16 voti favorevoli, 3 contrari e 1 astenuto. Alla fine si è passato alla votazione del bilancio e come detto è stato approvato con 16 voti favorevoli e 5 contrari. Subito dopo il consigliere di maggioranza Enzo Maccarrone ha proposto l’immediata esecutività dell’atto e anche qui non ci sono state sorprese: 16 si, 3 contrari e due astenuti. Un bilancio che tra entrate e uscite è pari a 56 milioni, 787 mila, 75 euro e 3 centesimi. Ferrante, dunque,  esce rafforzato politicamente da questa importantissima seduta, la sua maggioranza ha tenuto più che  bene, senza nessun segno di minimo cedimento. Per la cronaca il consiglio ha poi approvato gli altri due punti all’ordine del giorno: lo schema di convenzione per la gestione del servizio di tesoreria comunale per il quadriennio 2015/18; e l’atto d’indirizzo per la ristrutturazione e messa in sicurezza della ex 121 sul tratto Adrano Biancavilla.BILANCIO 2014

 

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su

Commenti su Facebook