INIZIATIVE DI SYMMACHIA. “SUBITO LA MESSA IN SICUREZZA DELLA STATALE 284”

Volantinaggi in diversi Comuni, una petizione popolare e un cortometraggio di denuncia nel mese di lotta finalizzato a rendere più sicura la Statale 284, e in particolare il tratto tra Adrano e Paternò, troppo spesso teatro di terribili incidenti. A promuovere l’iniziativa l’associazione Symmachia che ha già inviato una lettera con richiesta di “immediati ed urgenti provvedimenti di messa in sicurezza” al ministro dei Trasporti e Infrastrutture, alla Regione, al prefetto, al presidente dell’Anas e ai sindaci dei 4 comuni etnei interessati. La missiva contiene un accorato appello affinché si intervenga immediatamente considerato che gli “innumerevoli incidenti gravi in cui hanno perso la vita decine e decine di persone, senza che siano seguiti interventi seri e definiti per superare le diverse criticità”. Le iniziative sono state presentate dalla presidente di Symmachia, Angela Anzalone, insieme ai ragazzi dell’associazione, ha aderito la signora Angela Migliastro, madre del giovane Salvo Muni, morto in un incidente nella statale 284. Anzalone e Migliastro hanno firmato, insieme, il documento inviato agli organi competenti. Significativa anche la presenza di Puzzy, il cane protagonista del video di denuncia. Infatti, Symmachia evidenzia, tra l’altro, la mancanza di reti protettive, che impedirebbero l’ingresso di animali nella carreggiata (attratti anche da cumuli di rifiuti depositati ai bordi dell’arteria) che spesso causano gravi incidenti nonché la fine drammatica di poveri cani, le cui carcasse sono presenti a decine nel tratto in questione. Domani mattina in piazza Umberto verrà avviata una petizione popolare. Settimana prossima sarà la volta di Biancavilla e poi seguiranno le piazze di Santa Maria di Licodia e Paternò.

cane 284

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su

Commenti su Facebook