ARRESTATE DUE ADRANITE. LA SPESA CON I SOLDI FALSI

Da giorni era scattato l’allarme nella zona jonica per la presenza di due donne, a bordo di una Mercedes Classe A che, approfittando della buona fede dei commercianti, spacciavano banconote false. Diramata la loro descrizione a tutti i comandi dell’Arma, ieri pomeriggio, il comandante della Stazione di Sant’Alfio, libero dal servizio, nota in paese l’auto, con le due donne a bordo, e decide di seguirle. Parcheggiata l’auto nei pressi di un negozio di alimentari le donne scendono dal mezzo ed entrano. Il maresciallo, dalla vetrina dell’esercizio, ne segue i movimenti ed interviene appena una delle due si reca alla cassa e, per acquistare dei succhi di frutta e delle brioscine e presenta una banconota da 50 euro. Il militare acquisita la banconota le blocca e, con l’aiuto dei colleghi di pattuglia, le accompagna in caserma. Da ulteriori indagini è emerso che le donne in mattinata, tra Zafferana Etnea e Milo, avevano già spacciato 200 euro falsi. Nelle loro abitazioni sono state rinvenute e sequestrate altre due banconote false da 50 euro. Si tratta di due adranite Grazia Restivo, di 29 anni e Fortunata Restivo, di 40, sono state poste ai domiciliari con l’accusa di spendita di denaro falso.

soldi falsi

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su

Commenti su Facebook