BIANCAVILLA. ROBERTO RAPISARDA E’ IL NUOVO COMANDANTE DELLA LOCALE STAZIONE.

CAM01122Roberto Rapisarda, 48 anni, è il nuovo comandante della stazione dei Carabinieri a Biancavilla. Nel pomeriggio di oggi, presso la stazione di via Benedetto Croce, il nuovo comandante, che prende il posto di Dario Troisi, ha incontrato ufficialmente alcuni esponenti della stampa locale con cui ha scambiato una piacevole chiacchierata durata un’oretta circa. Catanese di nascita ma residente a Mascali, vanta un curriculum di tutto rispetto e non solo dal punto di vista prettamente dell’Arma. Laureato in Scienze dell’Amministrazione, ha anche svolto un master in filosofia e storia del diritto. Il neo comandante dei Carabinieri di Biancavilla si è insediato lo scorso 30 marzo, la sua prima uscita ufficiale è avvenuta, dunque, durante le funzioni pasquali. Tra le sue esperienze nell’Arma dei Carabinieri, da ricordare quelle presso le caserme di Olginate e Casargo in provincia di Lecco, mentre ad Alghero è stato specialista dell’ unità navale dell’arma in navigazioni d’altura. Nel 2006 prese parte alla missione Antica Babilonia in Iraq, in uno dei periodi più duri e di disordine, dunque, per lo Stato iracheno dopo la caduta del regime dittatoriale di Saddam Hussein. Dopo questa missione fu anche insignito del titolo di Cavaliere dell’ordine al merito dall’allora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Rapisarda, è stato anche comandante della stazione dei Carabinieri a Fiumefreddo, Palagonia ma soprattutto a Lampedusa. E proprio in quegli anni, a Lampedusa, maturò la brillante idea di scrivere un libro che poi ottenne un enorme successo nonché il premio Circe, dal titolo “Vite AnNegate”, che racconta fatti, e storie, realmente accaduti sul triste fenomeno dell’immigrazione che coinvolge da anni l’Isola siciliana. Impegnato anche nel volontariato con l’associazione “Amici della Missione in Sicilia”, Rapisarda ha svolto anche l’attività di volontariato in Africa e precisamente in Kenya, Guinea e Tanzania. E proprio la missione in Tanzania ispirò la stesura di un suo secondo libro, dal titolo “Diario Mbweni”. Insomma un uomo dello Stato che nella sua carriera ha sempre ben coordinato l’attività dell’Arma con quella sociale. “Il mio sarà un incarico di responsabilità, sarò sempre a disposizione dei cittadini per il rispetto delle leggi che farò con massima disponibilità e buon senso” questo quanto ci ha detto sul suo nuovo incarico il neo comandante della stazione dei carabinieri di Biancavilla.

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su

Commenti su Facebook