POLPETTE AVVELENATE AD ADRANO. IGNOBILE GESTO CONTRO I CANI

Fronteggiare il randagismo con una soluzione becera: le polpette avvelenate. E’ quanto accaduto nel quartiere Capellone di Adrano. Un gesto ignobile che per poco non ha ucciso un cane cirneco. A denunciare l’episodio è Pietro Quaceci, che è riuscito a salvare il suo cirneco dopo che l’animale aveva mostrato i primi sintomi di avvelenamento per avere ingoiato un pezzo di carne al veleno quando lo aveva portato a fare due passi. L’uomo dopo avere informato i vigili urbani e i volontari della Lav, ha presentato denuncia contro ignoti alle Forze dell’ordine. Le polpette avvelenate erano probabilmente destinate a qualche cane randagio che vaga nel quartiere in questione, una presenza evidentemente poco gradita che qualcuno ha tentato di eliminare seminando carne al veleno per strada. Una soluzione che ha indignato il signor Quaceci e i volontari della Lav, in particolare Anna Giuttari che anche su Facebook ha espresso la sua rabbia e parla di crimini contro gli animali. Da noi contattata ha aggiunto: “Dobbiamo imparare a convivere con gli animali e aiutarli a inserirli nei quartieri. Condanniamo con fermezza questi atti indegni che denunceremo alle forze dell’ordine ogni volta che si ripeteranno”.

cappellone

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su

Commenti su Facebook