STRADA PROVINCIALE 156. LA DISCARICA DELLA VERGOGNA

Oltre un chilometro di degrado. Non è una novità per la sp 156, la strada che conduce a Schettino. Siamo nel bivio in territorio di Biancavilla, un’area da sempre caratterizzata dalla presenza di una lunga striscia di rifiuti. In questa mega discarica della 156 è possibile trovare di tutto, copertoni di ogni dimensione, vecchi mobili e vecchi elettrodomestici, materiale di risulta e resti di amianto. Insomma una discarica per tutti e per tutto: una vergogna, della quale nessuno è esente. I cittadini incivili che hanno creato tutto questo sono ovviamente i maggiori responsabili, il loro gesto incivile non è giustificabile come non è giustificabile l’incuria da parte delle autorità, degli organi competenti che permettono questo scempio. Ma c’è di più. Pensate da questo degrado arriva un atto di umanità …ma dagli animali. Due i cagnolini che abbiamo visto questa mattina tra i rifiuti della discarica della sp 156, due cani malconci, con gli occhi tristi e pieni di ferite. Uno in particolare non aveva la forza di muoversi, aveva un collare e non sappiamo come è finito lì, stava a bordi della discarica con lo sguardo smarrito, accanto a lui un altro cagnolino di colore nero, è stato l’unico a dare un segno quando abbiamo messo accanto una contenitore di acqua, lui ha bevuto, l’altro non aveva le forze. La nostra impressione è che il cagnolino nero fosse li per fare compagnia e confortare l‘altro cane, quello più malandato. Ai vigili urbani di Biancavilla abbiamo segnalato la presenza di questi due cani, hanno detto che provvederanno: la speranza è che prima ancora che si intervenga con la bonifica della strada, ci si attivi subito per ternare di salvare due animali che nel caso specifico hanno dimostrato di agire con più dignità e civiltà da parte degli umani.

156

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su

Commenti su Facebook