S. M. DI LICODIA. 12 AREE DI DEGRADO. INTERVENTO DEI CARABINIERI

Ieri mattina i carabinieri di Santa Maria di Licodia, coadiuvati da personale tecnico dell’Ufficio Urbanistica del Comune, hanno rilevato la presenza di rifiuti pericolosi in una superficie complessiva di  4000 metri quadri, in 12 siti del territorio etneo: Strada Montarso  in un area protetta del Parco dell’Etna,  in una superficie di circa  mq 1000  coperti da amianto in eternit frantumato, guaina bituminosa, rifiuti edili, materiali in plastica, materassi e televisori; Strada di Fora “ ex cava Catanzaro “ mq 2000 circa, coperta da circa 50 lastre di amianto in eternit frantumate, numerosi pneumatici, vario materiale edile e vetri; Strada Sciacca nel torrente di Santa Maria di Licodia in un’area demaniale protetta del Parco dell’Etna che confina col territorio di Biancavilla circa 150 mq. coperti da  pneumatici, materiale edile, vetri e rifiuti urbani; Strada Bicocca nel torrente di Santa Maria di Licodia in un’area  demaniale che confina col territorio di Biancavilla 500 mq. Coperti da  pneumatici, amianto in eternit frantumato e rifiuti urbani; Strada di Fora Angolo sulla S.P. 160,  mq. 20 coperti da rifiuti urbani e materiale plastico; Strada di Fora 50 mq coperti da rifiuti edili, amianto in eternit frantumato, barattoli di plastica e di olio minerale, vetri rifiuti urbani; Strada di Fora, nei pressi dell’incrocio con Strada Rocca del Corvo, 20 mq. coperti con materiali di plastica, materassi ed elettrodomestici in disuso; Strada Cavaliere Bosco, 20 mq. coperti da pneumatici, amianto in eternit frantumato, ed elettrodomestici fuori uso; Strada Bordonaro, 20 mq. coperti da pneumatici, vetri, materiale edile; Strada di Fora              valle della S.P. 160, un’area di 50 mq. coperta da rifiuti edili e urbani; Strada S.P. trazzera Maccarrone, 150 mq. coperti da pneumatici, materiale edile ed urbani; Strada di collegamento tra via Mendolito e la SS 121, mq. 20 coperti da amianto in eternit frantumato e vario materiale edile. A seguito dell’intervento il sindaco nei prossimi giorni emetterà un’ordinanza per cui i proprietari dei terreni in questione dovranno bonificare le predette aeree.

Jpeg

Jpeg

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su

Commenti su Facebook