TEMPORALE DEL 1 SETTEMBRE. ADRANO HA CHIESTO LO STATO DI CALAMITA’

La Giunta comunale di Adrano ha approvato la delibera per la richiesta alla Regione del riconoscimento dello stato di calamità naturale per i danni subiti dal territorio adranita nel violento temporale dello scorso 1 settembre. E’ arrivato, dunque, l’atto ufficiale di quello che il sindaco Pippo Ferrante aveva annunciato sin da subito. Nello stesso corpo di delibera viene specificato che l’abbondante acqua caduta per circa un’ora e mezzo ha provocato danni alle strade comunali interne e interpoderali, anche con movimenti franosi e di ruscellamento, che hanno impedito in alcuni  tratti il transito veicolare. Nell’atto approvato dalla Giunta si fa riferimento anche ai danni registrati in agricoltura, “per cui – si legge nella delibera – numerosi operatori agricoli hanno rappresentato lo stato di disagio sia con riferimento ai corposi danni  alle strutture ed infrastrutture dei loro poderi, sia alla perdita di parte del prodotto (ortaggi in modo particolare, vigneti e frutta di stagione). Alla luce di tutto questo il Comune evidenzia che è necessario intervenire per ripristinare il transito lungo la strade danneggiate ma sottolinea al riguardo che l’ente non può sopportare i notevoli costi per eseguire gli interventi dovuti, da qui la richiesta del riconoscimento dello stato di calamità alla regione.  E’ stato stimato che il primo settembre ad Adrano sia caduta almeno 120 millimetri di pioggia.

danni-temporale

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su

Commenti su Facebook