L’OMICIDIO DI VALENTINA. A FEBBRAIO PROCESSO PER NICOLA MANCUSO

Nessun colpo di scena oggi al Tribunale di Catania sulla vicenda di Valentina Salamone, la 19enne biancavillese trovata impiccata nel luglio del 2010 in una villetta alla periferia di Adrano.  Questa mattina, infatti,  il Gup Marina Rizza ha rinviato a giudizio Nicola Mancuso, l’adranita accusato di avere ucciso Valentina e di avere poi inscenato il suicidio della ragazza. Si farà, dunque, il processo per fare piena luce su uno dei casi che ha attirato l’attenzione dei media nazionali e su una tragedia che ha gettato nello sconforto i familiari della giovane biancavillese che da sei anni a gran voce chiedono  giustizia. Dunque il Giudice per le Udienze Preliminari ha accolto la richiesta della Procura generale, rinviando a giudizio Nicola Mancuso, l’uomo che oggi non era in aula, si trova in carcere per scontare una condanna per traffico di droga. La prima udienza del processo, che sarà con il rito ordinario,  verrà celebrata davanti alla Corte d’Assise di Catania il 23 febbraio del 2017.

villetta adrano

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su

Commenti su Facebook