ADRANO. DIPENDENTE COMUNALE VENDEVA BOTTI SENZA AUTORIZZAZIONE

Nell’ambito del servizio disposto dall’amministrazione comunale di Adrano per fronteggiare la vendita abusiva di fuochi pirotecnici, i vigili urbani hanno sequestrato decine di botti, fra petardi, razzetti e fiaccole messi in vendita abusivamente la sera del 31 dicembre in piazza Armando Diaz, ad Adrano. A darne notizia questa mattina è stata l’amministrazione comunale e il Comando dei vigili urbani di Adrano. A  vendere i botti senza nessuna autorizzazione era un dipendente comunale di Adrano. L’uomo è stato sorpreso durante un controllo dei vigili urbani a cui ha partecipato personalmente anche il sindaco Pippo Ferrante. L‘uomo è stato identificato e la merce sequestrata. I fuochi pirotecnici ora sono al vaglio dei vigili urbani, i quali stanno accertando anche la provenienza. Comunque non si tratterebbe di fuochi pirotecnici illegali e pericolosi, forse la merce è stata acquistata da un rivenditore autorizzato e poi venduta ma in maniera abusiva. Il dipendente comunale rischia un verbale amministrativo che va dai 500 ai 5 mila euro.

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su

Commenti su Facebook