ADRANO. IL GRIDO DI PAURA DEI COMMERCIANTI: “PIU’ SICUREZZA PER IL NOSTRO LAVORO”

Il 2017 ad Adrano è iniziato  in un clima di paura per gli operatori commerciali, come prima e più di prima nel mirino della criminalità. Le fucilate rivolte nel giro di 24 ore a due bar cittadini, rappresentano  un attacco armato in piena regola, attuato in maniera spavalda, un chiaro messaggio intimidatorio nei confronti di chi lavora, contro attività commerciali a conduzione familiare, attacchi che lasciano il segno, soprattutto sotto l’aspetto morale. Infatti, oltre ai danni economici che sono stati considerevoli, da evidenziare come un fatto del genere colpisca profondamente nell’animo la vittima. La titolare del bar Sonia non ha nascosto la sua amarezza e la sua rabbia per quanto accaduto, chiede pertanto maggiore sicurezza per tutelare la sua attività commerciale. “Il nostro lavoro deve essere garantito con maggiore sicurezza – dice – noi lavoriamo facendo tanti sacrifici per assicurare un lavoro ai nostri figli per evitare che vadano via dalla nostra terra”. Uno sfogo più che comprensibile espresso da persone che vogliono solo lavorare con più serenità, ed esposte in maniera continua a balordi senza scrupoli. Tanta amarezza anche tra i titolari del bar Dell’Aquila.

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su

Commenti su Facebook