ADRANO. NUOVA OPERAZIONE CONTRO IL RANDAGISMO

Intervento massiccio, il secondo nel giro di pochi giorni, per arginare il fenomeno del randagismo ad Adrano. A coordinare l’intervento di cattura dei cani, disposto dal sindaco di Adrano Pippo Ferrante,  l’ufficio uda del comune di Adrano, assieme a due pattuglie dei vigili urbani, l’associazione Aeop, e il soccorso veterinario dell’associazione Nova Entra. Nel mirino dell’intervento di oggi pomeriggio, iniziato intorno alle 16.30,  soprattutto i capibranco e alcuni cani con problemi comportamentali, considerati, per così dire pericolosi per l’incolumità pubblica ma anche quei cani di indole docile che necessitano di essere microchippati e sterilizzati prima di essere rimessi nel territorio. In tutto, oggi pomeriggio, sono stati presi una decina di cani.   Il primo intervento, in contrada Dagala, dove sono stati presi 4 cani in tutto, due maschi e due femmine, cani caricati nell’ambulanza del soccorso veterinario senza che il soccorritore abbia fatto uso del sedativo. Tutto si è svolto senza particolari problemi a differenza della cattura di un cane di grossa taglia, capobranco di una decina di cani randagi che stazionavano vicino la caserma dei carabinieri in Via Angelo Rognoni e che nei mesi scorsi avevano fatto un’autentica mattanza di gatti nel quartiere del corso Sicilia.  Per catturare il capobranco, il soccorritore specializzato, Filippo Grasso, ha dovuto usare il sedativo anestetico sparato dalla cerbottana. Sempre nel popoloso quartiere del corso Sicilia catturati altri 4 cani che facevano parte del branco, mentre altri due randagi sono stati presi tra via Po e Via Bruno Buozzi. I cani adesso saranno microchippati, registrati all’anagrafe canica, le femmine sterilizzate e i maschi castrati. Quelli di indole docile saranno rimessi nel territorio, quelli invece aggressivi saranno condotti nel canile. Prossima settimana in programma altri interventi contro il fenomeno del randagismo.

 

 

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su

Commenti su Facebook