ADRANO. PIANO DI RIEQUILIBRIO FINANZIARIO: PARAMETRI IN LINEA

Tutto procede nella norma.  I parametri sono in linea con quanto approvato nello scorso mese di dicembre. Questa la notizia principale del consiglio comunale di oggi ad Adrano,  convocato dal presidente Alessandro Zignale in seduta ordinaria su richiesta dei consiglieri di opposizione. Oltre all’attività ispettiva, era solamente uno il punto all’ordine del giorno e riguardava “lo stato di attuazione e rispetto degli obiettivi previsti dalla delibera consiliare dello scorso 15 dicembre in merito all’approvazione del piano di riequilibrio finanziario pluriennale” che ammonta a circa 40 milioni di euro per le casse comunali. Punto, questo, che, prima di Natale,  passò favorevolmente dall’assise adranita con 13 voti, quella della maggioranza, 10 contrari e un astenuto. Oggi, in aula consiliare, dibattito sui parametri del piano di riequilibrio e da quello che è emerso dalle relazioni degli organi competenti è che tutto sta andando per il verso giusto e senza intoppi. Tra quattro mesi, il consiglio si riunirà nuovamente sulla vicenda per continuare, per così dire, la verifica. Molti i banchi vuoti nella maggioranza, numero legale raggiunto con 17 presenze. Nella seduta odierna, durata più di 4 ore, non sono mancate le polemiche soprattutto sulla vicenda dei locali adraniti dell’ Inps che entro il 30 aprile potrebbe decidere la chiusura delle agenzie territoriali di Paternò e Adrano e al cui posto nascerebbe un’unica, nuova agenzia a Bronte.

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su

Commenti su Facebook

Clicca per connetterti e nascondere per sempre questa finestra!