AD UN ANNO DAL SISMA, DA ADRANO LA STORIA DELLA CASETTA “PARCHEGGIATA”

Rimane imballata in un deposito la casetta in legno prefabbricata che è destinata alle famiglie senza tetto di Amatrice. Ad un anno dal terremoto che ha devastato il Centro Italia, da Adrano arriva una storia paradossale. Una storia di “solidarietà negata”, come l’ha definita Fausto Zingales, segretario dell’associazione di protezione civile di Adrano, che ha raccontato la vicenda della casetta acquistata con 15 mila euro grazie ad una gara di solidarietà,  ma costretta a rimanere impacchettata. “I sindaci delle zone terremotate – dichiara Zingales – hanno detto no alla casetta prefabbricata perché costituirebbe <<un abuso edilizio>>. Siamo inorriditi”. Dunque, una casetta che potrebbe ospitare una delle tante famiglie senza tetto, rimane ancora “parcheggiata” in un deposito in attesa delle decisioni della burocrazia della solidarietà.

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su

Commenti su Facebook