A RISCHIO DIRITTI PREVIDENZIALI PER 100 BRACCIANTI DI ADRANO

C’è preoccupazione tra i circa 100  braccianti agricoli di Adrano che nel 2012 hanno lavorato per una ditta del Messinese. Rischiano di perdere i diritti previdenziali per un anno, tutto questo a seguito di controlli effettuati dall’Inps a fine 2016, con cui è stato deciso il disconoscimento di datore di lavoro agricolo della ditta in questione. Nella sostanza l’Inps ha classificato la ditta come impresa commerciale e pertanto ha disconosciuto i rapporti di lavoro dei braccianti agricoli. Di questo si è parlato durante un’assemblea dei lavoratori ad Adrano alla presenza di Maurizio Grosso del Sifus che ha  presentato ricorso alla direzione regionale dell’Inps in rappresentanza dei lavoratori adraniti. “Questa determinazione dell’Inps è gravissima   – dice Grosso – poiché oltre a stravolgere la verità, crea grave nocumento in termini di diritti previdenziali ed assistenziali ai lavoratori che di fatto hanno lavorato in qualità di braccianti agricoli per la raccolta di agrumi nelle campagne del Siracusano. Sicuramente se i controlli ispettivi fossero stati praticati lungo lo svolgimento del rapporto di lavoro, e non a distanza di anni, come proponiamo dal 2008, questa paradossale situazione non si sarebbe registrata”. Se il ricorso non verrà accolto, il Sifus presenterà un esposto alla magistratura e attiverà “azioni di lotta eclatanti”.

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su

Commenti su Facebook