OPERAZIONE “ADRANOS”. SI E’ COSTITUITO ANTONIO LONGO

Altro arresto della polizia nell’ambito dell’operazione “Adranos”. Dopo la cattura di Salvatore Foti, si è consegnato al commissariato di Adrano Antonio Longo. Salgono cosi a 31 gli arresti. Di seguito il comunicato della Questura di Catania diffuso questa mattina con i dettagli dei due arresti.    

 La Polizia di Stato ha tratto in arresto:

  • FOTI Salvatore, (cl.1969), inteso “Turi ’u sceccu”, pregiudicato;
  • LONGO Antonio, (cl.1998), inteso “’u nanu”, pregiudicato (nella foto),

entrambi sottrattisi la mattina del decorso 30 gennaio all’esecuzione di ordinanza applicativa di misure cautelari, emessa in data 23.1.2018 dal G.I.P. del Tribunale di Catania, nei confronti di n.33 persone ritenute responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere di stampo mafioso (clan Santangelo), associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione e spaccio delle medesime, estorsione, rapina, furto, ed altri reati contro il patrimonio, reati in materia di armi, con l’aggravante di aver commesso il fatto in nome e per conto dell’associazione di tipo mafioso denominata clan Santangelo e al fine di agevolarne le attività illecite (operazione “Adranos”). In particolare, la mattina del decorso 31 gennaio, personale di questa Squadra Mobile e del Commissariato P.S. di Adrano, avendo sentore che FOTI potesse aver fatto rientro nella propria abitazione, vi ha effettuato un ulteriore controllo. L’intuizione degli investigatori si è rivelata fondata perché effettivamente all’interno della stessa vi era FOTI, il quale, alla vista degli agenti di Polizia, cercava di sottrarsi alla cattura, fuggendo sui tetti inseguito da un poliziotto della Squadra Mobile che non lo perdeva mai di vista. FOTI, dopo un rocambolesco e decisamente pericoloso inseguimento su tetti, si è rifugiato all’interno dell’abitazione di un ignaro vicino, dove  è stato rintracciato e tratto in arresto.  Nel pomeriggio di ieri, mentre proseguivano senza sosta le ricerche di LONGO Antonio, resosi anch’egli irreperibile, lo stesso si è presentato presso gli uffici del Commissariato di P.S. di Adrano, ove gli veniva notificata la sopra indicata misura cautelare. Espletate le formalità di rito, FOTI Salvatore e LONGO Antonio sono stati associati presso le case circondariali siciliane, a disposizione dell’A.G.

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su

Commenti su Facebook