MALETTO. NUOVO ATTACCO AGLI ANIMALI. PROIETTILI CONTRO UN PASTORE TEDESCO

Ormai è strage di cani. Dopo il veleno di Biancavilla, i proiettili di Maletto. E’ qui che in contrada Barbotte un pastore tedesco è stato trovato morto con un foro di proiettile nel collo e la testa squarciata (foto da Meridionews). Non è ancora chiaro cosa sia accaduto e chi sia il proprietario del povero animale. Si sa solamente che nella zona di Maletto negli ultimi giorni è stata denunciata la scomparsa di due pastori tedeschi ma non è stato ancora accertato che il cane trovato morto possa essere uno dei due, pertanto bisogna attendere l’eventuale ritrovamento del microchip per risalire al proprietario. L’episodio di Maletto richiama gli ignobili fatti di Biancavilla dei giorni, quando alle vigne vennero avvelenati due cani, Miele e Nerone, quest’ultimo è riuscito fortunatamente a salvarsi dopo le cure. Ricordiamo  che proprio domenica scorsa  a Biancavilla associazioni animaliste provenienti da varie province siciliane hanno partecipato ad un corteo per chiedere alle istituzioni più rispetto e attenzione nei confronti degli animali. Una iniziativa nuova quella che ha visto cittadini scendere in piazza a favore dei diritti degli amici a 4 zampe, tanto nuova che ha sorpreso alcuni cittadini, che su Facebook hanno commentato la manifestazione di domenica a Biancavilla con ironia e anche con un certo fastidio, perché dicono – “bisogna  pensare ai diritti degli umani e non a quelli degli animali”.  Peccato – aggiungiamo noi –  che ai diritti degli umani ci pensano sempre gli animali,  quel diritto di essere amati in maniera incondizionata, senza guardare classe sociale o intelligenza (più o meno  umana). Peccato che i cani non possano organizzare un corteo per manifestare contro i balordi umani che sparano e avvelenano gli animali, ma è un corteo che i cani non faranno mai perché loro non portano mai rancore perché loro sono… semplicemente animali.

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su