CONTROLLI A TAPPETO DELLA POLIZIA A CATANIA E PROVINCIA

Ieri la Polizia di Stato di Catania ha effettuato la seconda giornata dell’operazione straordinaria di controllo del territorio a largo raggio in tutta la provincia etnea e nel comune capoluogo. L’obiettivo  è stato incentrato sull’azione di prevenzione e di repressione di reati vari, specie quelli di tipo predatorio, che si realizzano all’interno delle aree urbane. La formula del Questore di Catania, Mario Della Cioppa, rimane la stessa: un dispositivo composto da 21 equipaggi all’interno della cerchia urbana, ai quali si aggiungono le 8 pattuglie disposte nelle città di Adrano, Caltagirone e Acireale, disposto a “cinturare” il perimetro urbano, i cui i presidi siano attivati simultaneamente, quindi con posti di controllo simultanei, allo scopo di fornire la massima efficacia nei controlli. E’ stata stilata una lista di strade sulle quali instaurare i posti di controllo, che ad Adrano ha interessato via Casale Greci, via Madonna SS. Delle Grazie, Contrada Naviccia e via San Paolo. Il Questore della Cioppa rimarca, tra l’altro, il raggiungimento, e il superamento, della fatidica “quota mille” per quanto attiene la contestazione della violazione per il mancato uso del casco alla guida di motoveicoli dal 1 luglio ad oggi. Questi i numeri complessivi di ieri dei controlli a Catania e provincia: 219 le persone e 152 i veicoli controllati; 268 i veicoli automaticamente controllati col “Sistema Mercurio”; 87 le infrazioni al Codice della strada, di cui 21 riguardano il mancato uso del casco e 20 la mancata copertura assicurativa R.C.A.; 4 le patenti e 15 le carte di circolazione ritirate. Per l’attività di polizia giudiziaria: 1 persona denunciata in stato di libertà per guida senza patente, un arresto per droga, denunciati 9 ciclisti per interruzione di pubblico servizio e istigazione a delinquere, 6 persone accompagnate in ufficio per accertamenti, 4 perquisizioni effettuate, 3 segnalati per uso personale di stupefacenti.

 

 

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su