I 19 BRACCIANTI DENUNCIATI. “FIDUCIOSI NELLE INDAGINI DELLA MAGISTRATURA”

Oggi a Catania, nella sede del Sifus, conferenza stampa del sindacato dopo la denuncia dei 19 braccianti agricoli di Adrano, Biancavilla, Paternò e  S. M. di Licodia, che lo scorso 2 agosto avevano manifestato davanti la sede Inps. “Il Sifus è fiducioso e sereno nei confronti delle indagini promosse dalla magistratura ed è convinto che si riveleranno una bolla di sapone” – dichiara il segretario regionale del Sifus Confali Maurizio Grosso. Intanto lavoratori e Sifus hanno ricevuto la solidarietà dei deputati Vincenzo Figuccia, Danilo Lo Giudice, Erasmo Palazzotto e Anthony Barbagallo. Quest’ultimo in una nota scrive: “Sono vicino ai 19 braccianti agricoli finiti al centro di una vicenda paradossale: dopo essere stati truffati dalle aziende per la quali lavoravano poiché non avevano effettuato alcuna iscrizione all’Inps – sono stati anche denunciati per avere manifestato, lo scorso agosto, di fronte la sede dell’Istituto di previdenza per chiedere di avere riconosciuti i contributi per il lavoro che avevano svolto. Questo episodio – aggiunge Barbagallo – deve anche accendere i riflettori sul comparto agricolo nel quale ancora oggi, troppo spesso, vengono negati ai lavoratori anche i diritti più basilari”.

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su