ADRANO. LA LITE AL CAPPELLONE. DENUNCIATO 22ENNE PER LESIONI

Ad Adrano gli agenti del Commissariato, diretto dal Vice Questore Paolo LEONE, hanno denunciato in stato di libertà un uomo di 22 anni per lesioni personali, a seguito di una lite nel quartiere Cappellone. Ecco la nota stampa della Questura di Catania.

“Il 12 aprile scorso, giungeva tramite Numero Unico di Emergenza, segnalazione di una rissa in corso in una zona periferica del territorio di Adrano. Gli Operatori, raggiunto il luogo della rissa, trovavano ad attenderli due uomini, padre e figlio, che riferivano di essere stati fisicamente aggrediti da un uomo, l’indagato, che protestava per la mancata riparazione del paraurti della sua autovettura, che uno dei due aggrediti, di professione carrozziere, avrebbe dovuto eseguire. L’aggressore avrebbe, in un primo momento, cercato di accedere all’interno del garage privato delle parti offese, per poi aggredire gli uomini, utilizzando, in tale frangente, anche delle forbici scolastiche che sferrava contro le vittime. Il fattore scatenante dell’ira dell’uomo sarebbe da legare al ritardo della sopraccitata riparazione a fronte di un cospicuo anticipo in danaro. I due uomini, padre e figlio, a seguito dell’aggressione ricevuta, venivano trasportati tramite personale sanitario al nosocomio di Biancavilla ove venivano refertati e dimessi con prognosi di trenta e dieci giorni. Il primo riportava una frattura incompleta della costa anteriore sinistra, diverse escoriazioni alle dita della mano sinistra con conseguente perdita di sostanza ematica, mentre l’altro presentava traumi cervicali e addominali nonché al cranio ove veniva, inoltre, rilevata una ferita lacero contusa.  Pertanto, il personale operante procedeva a denunciare in stato di libertà il responsabile dell’aggressione per il reato di lesioni personali”.

 

Autore: Redazione

Condividi questo articolo su